Aste immobiliari

Oltre ad un preventivo per la compravendita degli Immobili, il nostro servizio di confronto preventivi ti permette di risparmiare su ogni tipologia di servizio immobiliare.

Inoltra la tua richiesta, confronta le offerte delle varie agenzie immobiliari e scegli la convenienza!


Descrizione Aste immobiliari

Vorresti acquistare un immobile tramite la partecipazione aste immobiliari, ma non conosci bene questo tipo di procedura e sei alla ricerca di informazioni e chiarimenti? L’Organizzazione Imprendo non solo è in grado di fornirti tutte le indicazioni possibili sulle aste immobiliari, ma anche di indicarti i recapiti delle migliori agenzie operanti nella tua provincia o regione.

Per poter accedere a queste informazioni basta semplicemente inserire sul portale Imprendo.org la tua regione di residenza. Le aste immobiliari vengono bandite a seguito di due diverse tipologie di procedure; una procedura esecutiva (detta RGE) oppure una procedura concorsuale come fallimento, concordato preventivo ecc. La partecipazione alle aste immobiliari è aperta a tutti e oltre al prezzo dell’immobile, si pagano i soli oneri fiscali come l’IVA o l’imposta di registro. Entrambe queste due ultime voci di pagamento sono ovviamente sottoposte alle agevolazioni di legge: quali quella sulla prima casa, quelle previste per imprenditore agricolo ecc. La vendita di un immobile messo all’asta non è cioè gravata da oneri notarili, né da oneri di mediazione da versare ad agenti e agenzie immobiliari.

Questo vuol dire che la proprietà viene trasferita dal giudice al saldo prezzo e oneri fiscali. Anche la trascrizione presso i registri immobiliari viene curata direttamente dal tribunale, mentre in caso di esistenza di ipoteche e pignoramenti avviene la cancellazione diretta. Le spese di trascrizione e cancellazione vengono stabilite dal tribunale di competenza, che decide se addebitarle direttamente a carico della procedura oppure a carico dell’acquirente. Per poter partecipare alle aste immobiliari, bisogna presentare entro i termini previsti dalla procedura in corso: domanda in carta da bollo alla Cancelleria del tribunale oppure presso lo sportello del concessionario con relativo deposito cauzionale con assegno circolare non trasferibile pari all’importo indicato nel bando d’asta. Tale deposito viene considerato un anticipo sul prezzo e sulle spese ed oneri di aggiudicazione.

Trova il professionista per Aste immobiliari nella tua zona